Negrignana

Progetto ecovillaggio località Negrignana Tavernola Bergamasca

Progetto ritorno alla terra,Masanobu Fukuoka la rivoluzione del filo di paglia
Partendo dalla filosofia del “non far niente la natura ci pensa” vogliamo continuare il lavoro di
Masanobu per la coltivazione dell’orto sinergico e garantire produzione di cibo naturale, per tutti i
soci della comunità. Il nuovo Ecovillaggio partirà dalla coltivazione della terra per avere i prodotti
per renderlo autosufficiente.
I soci interessati come primo passo realizzeranno orto sinergico e frutteto. Nel frattempo si renderà
disponibile la struttura per poter ospitare 10-15 persone.
Utilizzare il cantiere per la ristrutturazione, con ottica di risparmio energetico, efficientamento
energetico, valutazione strutturale, integrazione architettonica, come cantiere didattico nella
progettazione e realizzazione della ristrutturazione, e modello per nuove iniziative, abbiamo avuto il
benestare di un docente del politecnico di Milano per utilizzare il progetto come tesi per laureandi.


Il punto principale che questa struttura è la creazione di un nuovo modello di trade union tra le
nuove generazioni e le generazioni della terza età, che potranno mettere a disposizione la loro
esperienza, nello sviluppo di nuove motivazioni emotive e di valorizzazione della vita quotidiana,
partendo dai valori della terra per poi ampliare a nuove attività, facilmente programmabili, gioco,
istruzione, corsi didattici. Ogni socio potrà portare iniziative o sogni tenuti nel cassetto, per poterli
realizzare in forma comunitaria.
Attualmente la struttura dispone di 4 stabili che possono diventare aree di ricezione dei soci per
poterci soggiornare. Ogni socio che usufruirà dei servizi contribuirà con le sue competenze per far
crescer la struttura che entro 5 anni dovrà diventare autosufficiente.

A chi si rivolge?

  • Chi è in cerca di nuovi spazi,
  • nuove sfide,
  • nuove invenzioni per meglio vivere quotidianamente, mettendo in prima luce le necessità
    primarie di una collettività, dell’apertura mentale del rispetto delle idee degli altri, che
    possono avere esperienze, e modalità di affrontare la vita spesso poco condivisibili nella vita
    quotidiana, dove le gabbie di costrizione limitano il pensiero e la fantasia.
  • Chi vuole uscire dalla costrizione degli impegni quotidiani
  • Chi cerca nuovi interessi che possono venire dalla produzione del cibo quotidiano.
  • Chi vuole realizzare altre attività compatibili con:
    • divertimento
    • gusto della vita
    • condivisione di idee e proposte
    • realizzazione di sogni nel cassetto.

 

Cosa proponiamo:

  • una comunità nuova proiettata nei cambiamenti della vita quotidiana, che diventano sempre
    più veloci e spesso incomprensibili ( es social network)
  • ritorno alla comunità del mutuo soccorso
  • attenzione al sociale ed al valore delle persone di qualsiasi estrazione, politica, religiosa
    geografica.
  • Nuovo sistema di approccio alla natura, nella coltivazione e rispetto del territorio
  • Introduzione di corsi didattici per semplificare la vita quotidiana
  • Apertura alle scuole per formazione nell’efficientamento energetico e coltivazione naturale
  • Nuovi spazi per chi vuole reinventarsi la vita

 

Come opereremo:

  • Introduzione del nuovo baratto
    • Lavoro in cambio di supporto logistico
    • Valorizzazione delle singole competenze per un progetto globale.

 

Obiettivi:

  • Trovare 10 soci fondatori che operino ed investano nel progetto per rilanciare il territorio,
    dare nuovi stimoli ed opportunità ai meno fortunati, dare opportunità a chi vuole prestare
    attenzione all’ambiente e rispetto per la natura, lasciare una opportunità alle prossime
    generazioni.
  • Entro 31 dicembre 2016 avere definito lo statuto attraverso i 10 soci fondatori
  • Oltre ai soci fondatori che avranno la gestione della comunità saranno definiti
    genericamente le seguenti figure:
    • Soci sostenitori
      • Soci che contribuiscono allo sviluppo della struttura
        • Avranno accesso a tutte le strutture
        • Alloggi
        • Ristorazione
        • Raccolta dei prodotti per uso personale
      • Dovranno promuovere la comunità
      • Portare idee e valorizzare eventuali corsi
      • Supporto alla gestione
    • Soci frequentatori
      • Meno responsabilità
      • Autorizzati alla frequentazione della struttura
      • Supporto operativa nella gestione
      • Porteranno idee e proposte per la crescita della struttura
    • Soci temporanei
      • Per usufruire della struttura
        • Alloggio
        • Ristorazione
      • Sarà necessario essere soci
    • Soci volontari
      • Chi vorrà partecipare in modo attivo ai lavori
        • Saranno coperti da assicurazione appropriata.
        • Porteranno idee e proposte per la crescita della struttura

 

Cosa possiamo fornire:

  • Incontri e visite guidate
  • Supporto per la presentazione del progetto nelle realtà di interesse:
    • Comuni
    • Associazioni no profit
    • Scuole
    • Gruppi di acquisto
    • Cooperative

 

 

Organizzeremo una castagnata sul territorio il 23 ottobre pomeriggio, per presentare il
progetto in modo formale, e permettere di visitare gli stabili e conoscere
il ”progetto Negrignana”.

Scarica la locandina

 

 

Come raggiungerci

Provenienti da Tavernola Bergamasca

Avete due strade una più breve, ma più stretta e ripida, l’altra più lunga ma strada
provinciale per 50% della strada.

 

 

Scarica la presentazione completa.

 

Scarica la presentazione del 23/10/2016.